SEMPLICEMENTE… SS13

Image

La stagione primavera-estate 2013 è caratterizzata da numerose tendenze e ispirazioni prese qua e là dal passato e da regioni lontane.

L’oriente è un dato di fatto, si guarda ad est cercando di rendere occidentali mood e trend propri del sol levante. Prada ha fatto una vera e propria ovazione al mondo del Giappone, la stoffa piegata come un origami, i tagli presi in prestito dai kimono, una moda molto alternativa, non priva di interpretazioni personali. O piace o non piace.

Altro trend indiscusso è il tuxedo in ogni declinazione e ad ogni ora del giorno. Giacche costruite, che si impongono su ogni outfit e che si declinano in ogni variante di tessuto e taglio. Bellissime.

La stampa Damier a casa Vuitton e non solo, ha stabilito un trend indiscusso, lo scacco che si frappone su una serie di colori a blocco, è davvero un elemento di rottura, si gioca sulla dimensione degli scacchi sulla dicotomia dei colori ma comunque un tema preponderante; discutibile al gusto, ma nuovo all’occhio.

I fiori sulle gonne di Dior sono incantevoli, come sono spiritosi sulle pellicce di Prada, e come sono da giorno sugli abiti di Bottega Veneta. Un fiore ci sta sempre. Così la pensano anche il maestro Roland Mouret che oltre ai suoi abiti scultorei aggiunge grazia con colori e fantasie floreali.

L’ultimo filone di cui volevo parlare per oggi è la pencil skirt, la gonna a matita che da tempo mancava dai nostri guardaroba torna ad essere un must di successo. Una donna può indossarla in qualsiasi ora del giorno ed essere sexy, senza esagerazioni. Una vera bandiera di femminilità. Come ci insegnano Nina Ricci e il coloratissimo Fausto Puglisi.

The spring-summer 2013 is characterized by a number of trends and inspirations taken here and there from the past and from distant regions.

The East is a matter of fact, you look to the East trying to make its western mood and trend of the rising sun. Prada gave a standing ovation to the world of Japan, the fabric folded like origami, cuts borrowed from kimono, a fashion very alternative, not without personal interpretation. Or like or dislike.

Another trend is the undisputed tuxedo in every variation and every hour of the day. Jackets constructed, which are imposed on any outfit and are declined in every variant of fabric and cut. Beautiful.

The press Vuitton Damier home and not only set a trend undisputed, the failure that stands on a series of color block, is really a disruptive element, playing chess on the size of the dichotomy of color but still an issue predominant; questionable taste, but again the eye.

The flowers on the skirts of Dior are lovely, as are hilarious on fur Prada, and as they are by day on the clothes of Bottega Veneta. There is always a flower. So the teacher Roland Mouret also think that in addition to its sculpted clothes adds grace with colors and floral patterns.

The last loaf I wanted to talk to today is the pencil skirt, the pencil skirt that has long lacked from our wardrobe back to being a must for success. A woman can wear it any time of the day and be sexy, without exaggeration. A true flag of femininity. How do we teach Nina Ricci and the colorful Fausto Puglisi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s