5 BEST-DRESSED LIST FOR THE CFDA AWARDS 2012

Sappiamo tutti quale importanza abbiano i CFDA Awards.
Il Concilio dei Fashion Designers americani, infatti, è la giuria più severa nel campo della moda, per questo il loro voto risulta essere così importante.
La cerimonia come da programma si è svolta a New York, presso il Lincoln Center, e abbiamo tenuto gli occhi spalancati per stabilire quale sia stato il look migliore. E quello che abbiamo osservato ci ha sorpreso parecchio: perché le donne meglio vestite sono delle new entry in queste classifiche anche se tra le più belle del get set.
Tra queste Selita Ebanks. La top model potrebbe indossare un sacco di iuta e far comunque mozzare il fiato. Ad ogni modo, merita di entrare in classifica poiché ha indossato egregiamente un abito bianco aderente di Herve Leger con inserti metallici e una clutch che riprendeva quest’ultimi.
Degna di nota è Padma Lakshmi che ha indossato un abito nero incredibile con una texuture della marina militare disegnato da Naeem Khan che cadeva fina al pavimento.
Tra le migliori troviamo anche Sophia Bush in un abito di una particolare maglia leggy di color mandarino fatto su misura per lei firmato David Meister una una clutch di Daniel Swarovski e dei sandali bicolore.
Julianne Hough ha puntato su una profonda scollatura anche se non volgare nel bellissimo stile di Kaufman Franco con un abito rosso cinese stretch.
Infine, c’era Mandy Moore che sembrava una statua greca con un abito crema di Lela Rose con spalle impreziosite da gemme. Cento punti per le labbra rosa. Molto hot!
Cosa ne pensate?

We all know what a big deal the CFDA Awards are.
It’s the Council of Fashion Designers of America panel, so their vote is important. The ceremony went down in New York, at the Lincoln Center, last night, and we had our eyes peeled for the best looks.
And what we found surprised us because none of these ladies, as lovely as they are, are not found often on best-dressed lists. Other than Selita Ebanks.
The supermodel could wear a burlap sack and look stunning. She wore a white form-fitting Herve Leger gown with metallic inserts and a matching clutch.
Padma Lakshmi wore an incredible black and navy textured gown by Naeem Khan which had us floored. We also had Sophia Bush in a gorgeous leggy custom tangerine jersey gown by David Meister Signature with a Daniel Swarovski clutch and two-tone pumps.
Julianne Hough took on a plunging neckline but still looked beautifully styled in Kaufman Franco Chinese red stretch-crepe gown.
Lastly, there was Mandy Moore who looked statuesque in a creamy Lela Rose gown with embellished shoulders. Top points for the hot-pink lips!
Tell us what you think!

Ballerine? Yes, please

Quante volte in occasioni mondane, speciali, romantiche, o anche solo per il gusto di sfooggiare quel favoloso tacco 12, così femminile, noi donne decidiamo consapevolmente di soffrire per tutta la sera?!

Perché la verità è che le scarpe alte sono assolutamente bellissime, ma dopo qualche ora “sono dolori”.

E così, impazza, persino tra le celebrities agli eventi top, la tendenza a custodie anche in piccolissime clutch, le ballerine pieghevoli!

Le Yosi Samra si distinguono dalle prime dal fatto che sono caratterizzate da un elastico ben visibile in tessuto che si adatta ai movimenti del piede, la suola è in gomma.

How many times in mundane, special occasions, romantic, or even just for the sake of that fabulous heel sfooggiare 12, so feminine, women decide consciously to suffer for the whole evening?!

Because the truth is that the shoes are absolutely beautiful, but after a few hours “sorrows”.

And so, crazy, even among the celebrities top events, the trend also in very small enclosures, folding clutch ballerinas!

The Yosi Samra are distinguished by the fact that feature prominently in an elastic fabric that fits the foot movements, the sole is in rubber.

TATOO IS NOT A CRIME

Giornalmente ci imbattiamo in un tatuaggio che a volte vedremmo benissimo sul nostro corpo.
Giornalmente ci imbattiamo in un tatuaggio e dentro di noi ci chiediamo che cosa abbia portato la persona che lo porta ad essersi tatuato una cosa simile.
Io, personalmente li adoro.
Trovo che sia un segno di libertà inalienabile e che ritragga la personalità di ognuno in un semplice disegno.
Dai più semplici, ancore e scritte rivolte alla mamma, ai più disastrosi, draghi e licantropi che si allungano sulla schiena per arrivare alla base del collo, chi non se ne farebbe uno?!
Ormai sono pochissime persone a non possederne uno sul proprio corpo (io ne ho due, just to know).
Poi c’è sempre quella leggenda sul fatto che debbano essere dispari.
Ci sarà da crederci?
Davvero devono essere in numero dispari?
Eterne le domande che ci facciamo sul fatto che debba durare per sempre (nonostante la chirurgia abbia fatto passi da gigante in merito),sul credere che ci stanchi il vederlo lì tutti i giorni.

Rischiate, ma con moderazione (come l’alcool) 😉
TATTOO IS NOT A CRIME

Every day we come across a tattoo that sometimes we would see very well on our body.
Every day we come across a tattoo and within us we wonder what has brought him to the person who tattooed himself such a thing.
I personally love them.
I think it is a sign of freedom and inalienable that portray your personality in a simple drawing.
From the simple, written and directed anchors the mother, the most disastrous, dragons and werewolves that stretch back to arrive at the base of the neck, those who do not would be having them?!
Are now very few people not owning one on your body (I have two, just to know).
Then there’s always that myth that must be odd.
We will believe it?
Really must be an odd number?
Eternal questions that we do that should last for ever (despite having surgery on giant fattopassi), on the belief that we tired to see him there everyday.

Risk, but in moderation (like alcohol);)

LEANDO VS LEA

Una delle top model più ricercate.
La musa di Mr. GIVENCHY, era un uomo.
Nulla di così sconvolgente, la bellissima Lea T nasce uomo ed intraprende il lungo periodo di transizione per diventare donna a tutti gli effetti nel 2011.
Elle, Vogue l’hanno ritratta più volte e la vediamo cavalcare sulle pedane delle più famose case di abbigliamento.
Leandro Cerezo il nome di nascita, Lea T quello di arrivo.
Mora, altissima e scheletrica con mani affusolate.
Indubbiamente nessuno se lo immaginerebbe nemmeno.
Portamento da ballerina classica (l’ho vista dal vivo e ve lo posso giurare),elegante ed androgena.
Nei giornali ultimamente vediamo una moda maschile sempre più femminile da non riuscire a distinguere una collezione da uomo piuttosto che una collezione da donna.
Lei ha unito entrambi.
Il Brasile ha sfornato un’altra supermodel.
et Voilà.

One of the most sought after supermodels.
The muse of Mr. GIVENCHY, was a man.
Nothing so shocking, the beautiful Lea T was born a man and undertook the long transition period to become a woman for all purposes in 2011.
Elle, Vogue have portrayed several times and we see her riding on the platforms of the most famous fashion houses.
Leandro Cerezo birth name, Lea T to arrive.
Mora, high and skeletal hands with tapering.
No doubt if anyone even imagine.
Habit of a ballet dancer (I saw it live and I can swear), elegant and androgenic.
In recent papers we see an increasingly feminine male fashion by failing to distinguish between a collection for men rather than women’s collection.
She has combined both.
Brazil has churned out another supermodel.
et voilà.

SCULPTURE

Sfogliando i giornali di settore ci accorgiamo che la moda non è per tutti.

Se da una parte si incontra la moda portabile giorno e sera, dall’altra si notano abiti importabili con linee rigide e scultoree, facili da indossare come è facile indossare il baldacchino del Bernini.

La domanda è una sola: a quale target ed a che pubblico sono rivolti?

Alexander McQueen, quando disegna (disegnava,pace all’anima sua) quegli abiti che vediamo cavalcare le passerelle delle fashion week, a che cosa pensa?

La Maison Margiela la segue a ruota.

Creazioni faraoniche, pellicce di animali improponibili, spalle scolpite modi Alien Vs Predator. Insomma,un abbigliamento non proprio easy to go!

Sfogliando pagina per pagina rimango sempre esterrefatto da co’ tanta magnificenza ed ammiro il fashion designer in questione che in tempi di crisi propone un abito di quel genere anzichè qualcosa di più facilmente portabile.

Abed Mahfouz, Gareth Pugh, Rick Owens, Sandra Backlund per citare alcuni nomi tra i BiG più estremi che fanno sfilare donne virago, sulle loro passerelle.

Che dire: in bocca al lupo!

SCULPTURE.

Leafing through the newspaper industry, we realize that fashion is not for everyone.

While it meets fashion wearable day and night, you see other garments imported with rigid lines and sculptural, easy to wear as it is easy to put the canopy of Bernini.

The question is one: to whom and at what target audience they are targeting?

Alexander McQueen, when he draws (drawing, God rest his soul) the clothes we see riding the catwalks of fashion week, what do you think?

La Maison Margiela follows suit.

Monumental creations, animal fur unacceptable, sculpted shoulders like Alien Vs Predator. Well, not exactly easy to dress to go!

Leafing through page by page am always amazed by all the magnificence and admire fashion designers concerned that in times of crisis offers an outfit like that instead of something more easily portable.

Abed Mahfouz, Gareth Pugh, Rick Owens, Sandra Backlund to name a few among the most extreme BiG parade virago women, on their catwalks

BCBG MAXAZRIAHERVELEGER

Per molte ma non per tutte?

NON CREDO.

Per poche,pochissime e selezionate donne di tutto il mondo.

Con quelle fasce elastiche sovrapposte l’una all’altra, Hervé Leger ha conquistato il cuore di quelle donne che per fisico e portamento (e portafoglio) hanno saputo apprezzare.

Uno squadrone di abiti meravigliosamente colorati e sapientemente disegnati dalle mani di un Tunisino che nello slogan ‘bon chic, bon genre’ ci ha creato una filosofia di vita.

Max Azria,segnando la prima occasione in cui uno stilista americano ha rilevato una casa di moda francese designa la prima volta in cui uno stilista americano organizza due differenti sfilate durante un’unica settimana della moda con le linee BCBGMAXAZRIA Runway ed Hervé Léger by Max Azria.

Beyoncé Knowles, Jennifer Lopez, Catherine Zeta-Jones e Kate Winslet.

Sharon Stone, Halle Berry, Fergie ed Alicia Keys.

Vorreste aggiungere qualcos’altro?

No, fermiamoci qui.

BCBG MAXAZRIAHERVELEGER

For a lot of but not for everybody?
I don’t think so.

For a few, very few and selected women around the world.

With those overlapped elastic bands the one to the other, Hervé Leger has conquered the heart of those women who thanks to their know how to appreciate body and gait (and portfolio).
A stock of wonderfully colored and skillfully drawn clothes straight from the hands of a Persian in the slogan ‘ bon chic, bon genre ‘ there is a whole a philosophy of life.

Making the first time that an American designer has detected a French fashion house, Max Azria represents the first time that an American designer organizes two different shows during a single fashion week with BCBGMAXAZRIA Runway and Hervé Leger by Max Azria.

Beyoncé Knowles, Jennifer Lopez, Catherine Zeta-Jones and Kate Winslet.

Sharon Stone, Halle Berry, Fergie and Alicia Keys.

Should we add something else?

No, let’s stop here.

 

MI PERDONI, IL REPARTO ACCESSORI?

Image

Gli accessori.

Elemento fondamentale per concludere un outfit.

Per alcuni dei quali, molte di voi, venderebbero l’anima al diavolo (che non veste Prada in questo caso) pur di averne uno addosso.

Borse, scarpe, collane ed anelli.

Sciarpe, guanti, charms da attaccare alle borse (louis vuitton ci mangia da anni), borchie, strass.

L’accessorio ad oggi è fondamentale.

Materiali e colori i più vari.

Aziende specializzate in soli accessori sono in crescita ed i Brand di abbigliamento già super consolidati sono alla disperata ricerca di un accessorio nuovo da farvi perdere la testa tutte le stagioni.

Prendiamo la sciarpa per esempio.

Nelle ultime stagioni l’abbiamo vista in tutte le salse.

Portata a kefia,per prendere un esempio tra i piu palesi,venne proposta da Gucci qualche stagione indietro che con una garza mista al lino tinto in milioni di colori fece piazza pulita per una estate intera.

Le borse,per fare un esempio lampante?

La borsa è qualcosa di irrinunciabile.

Fendi lancia la Pekaboo ed è un BOOM senza precedenti.

Vuitton propone la Neverfull ed in un attimo è stata vista addosso a tutte le victim.

Givenchy crea la Pandora e segue a ruota i precedenti.

Un accessorio non cambia la vita,ma di certo una giornata.

ACCESSORIES?

Accessories.

Essential element to complete an outfit.

For some of them, many of you, would sell his soul to the devil (who does not dress prada in this case) just to have one on me.

Bags, shoes, necklaces and rings.

Scarves, gloves, charms to attach to bags (louis vuitton eat there for years), studs, rhinestones.

The accessory is essential today.

Materials and colors as varied.

Companies specializing in accessories are just growing and already super-established brand of clothing are desperately looking for a new accessory to make you lose your head all season.

Take your scarf for example.

In recent seasons we have seen in many different ways.

Capacity at kafeeyah, to take an example of the most obvious, was proposed by Gucci a few seasons back that with a gauze mixed with dyed linen in millions of colors made a clean sweep for a whole summer.

The scholarships, to take one obvious example?

The bag is something indispensable.

Fendi launches Pekaboo unprecedented and is a BOOM.

Offers the Vuitton Neverfull and in an instant was seen on all victims.

Givenchy creates the jewelry and follows closely the previous ones.

An accessory is not life changing, but certainly a day.

FROM SANTO DOMINGO TO MILAN


“Voglio ampliare il mio business, migliorarmi, crescere e produrre la mia
collezione là dove gli standard qualitativi siano il più alti possibile. In
Italia, ad esempio”.Così si racconta la 28 enne dominicana,laureata presso lo IED di Milano,che
alla prima collezione (sold out in sole poche settimane) ha già sbancato le
fashion addicted del quadrilatero della moda.
Certo,la Repubblica Dominicana doveva starle stretta.
Di certo c’è che Kim Kardashian ha impiegato pochi istanti per innamorarsene
e farsi fotografare sui vari red carpet vari ed eventuali.
Meteora da Oscar De La Renta,ritenuto mentore e secondo padre,Oriett si
affaccia sul panorama mondiale con grinta e determinazione contornata da un
piccolo entourage di sole sei persone,che la aiutano nella creazione dei
suoi capi di abbigliamento.

“Voglio vestire le donne italiane. Sono le mie donne ideali. Sexy ma
eleganti”
Il suo sogno nel cassetto,non farà tardi a realizzarsi.

FROM SANTO DOMINGO TO MILAN

“I want to expand my business, improve, grow and produce my collection where
quality standards are as high as possible. In Italy, for example.”

So he tells the 28-year-old Dominican, graduated at the IED in Milan, the
first collection (sold out in just a few weeks) has already dug out the
fashionistas of the fashion district.

Of course ,for her,  the Dominican Republic is tightened.
It’s sure that Kim Kardashian took a few moments to fall in love for her
dresses and she’s photographed on many red carpets and any num

SPRITZ OR MOJITO?!

Aperitivi, estate, abiti leggeri, sandali tacco basso, abiti da zingara, maxi gonne a balze, pizzi e sangallo!
Agli aperitivi di oggi si vede veramente di tutto.
Dalla Riviera Romagnola alla tentacolare Ibiza, dalla Toscana fino a Mykonos donne e uomini, dalle 18 p.m sono tutti radunati negli stessi locali, sorseggiando drink ghiacciati e chiacchierando al tramonto.
Ho questa immagine davanti se si parla di aperitivi ed happy hour, ma gli outfit?
Voi avete capito come ci si veste per un aperitivo?
Certo dipende dal luogo, direte voi.
Non saprei… Per la donna credo che un abito gipsy, una zeppa con una maxi borsa in canvas, un laccio tra i capelli modi enfants de fleur”
potrebbe bastare.
Un jeans skinny, sandalo tacco vertiginoso, canotta stampata e giubbotto in pelle destrutturato? anche.
Abito da cocktail, sandalo in satin, pochette? NO!

SPRITZ YOUR OUTFIT!

SPRITZ OR MOJITO?!

Aperitifs, summer, light clothing, low-heeled sandals, dresses as a gypsy, big flouncy skirts, lace and broderie anglaise!
Aperitifs today we see just about anything.
From the Adriatic coast to the sprawling Ibiza, Mykonos from Tuscany to women and men, from 18 pm are all gathered in the same rooms, chatting and sipping frozen drinks at sunset.
I have this image in front of me when it comes to appetizers and happy hour, but the outfit? the look?
You have learned how to dress for a cocktail?
Of course depends on the place, you say.
I do not know … For women believe that a gypsy dress, a wedge with a huge canvas bag, a snare in your hair ways like ”enfants de fleur”
would suffice.
A skinny jeans, high heels sandals, tank top and printed leather jacket deconstructed? also.
Cocktail dress, sandal satain, clutch? NO!

SPRITZ YOUR OUTFIT!

BI-TRI-QUADRI KINI

Questa estate torna il costume intero, lo sappiamo.
Questa estate torna il costume a due pezzi, lo sappiamo.
Questa estate torna il top-less, lo sappiamo.
Quindi?

Sfogliando i più vari giornali di settore, incontriamo presentazioni di costumi da bagno in cui non si è ancora capito che genere di costume debba indossare una donna per essere top!
Tutti abbinati a cavigliere, gioielli tribali, etnici, maxi collane multimetallo, oro giallo che ci riporta agli ’80,ambra,agata,ametista ed occhi di tigre!
Il costume intero oggettivamente è molto selettivo fisicamente, va detto, ma anche il due pezzi non scherza.
Niente maniglie dell’amore che somigliano a maniglioni antipanico, no ritenzione idrica, niente segni di abbronzatura dovuta ad un costume con una linea diversa, niente abbinamenti costume-caftano che sfiorano la denuncia se volete essere le Beach Fashion Addicted che descrive il giornale dei giornali di moda per antonomasia!

Personalmente il costume intero ha un fascino particolare, un’eleganza diversa, regale.
Portato dalle donne più famose di tutti i tempi che hanno indossato il costume intero come mai nella vita aveva fatto nessuno con un eleganza innaturale, rendendolo eterno!
Senza tempo.
Indossabile da una donna di qualsiasi età (che se lo possa permettere),cavalcherete le passerelle che dai vostri lettini vi porteranno all’acqua delle spiagge che frequenterete con un allure diverso.
NUOVO.

whole is better

BI-TRI-SQUARE Kini.

This summer the whole costume back, know.
This summer the two-piece back, we know.
This summer, returns the top-less, we know.
So?

Leafing through a wide variety of industry journals, we find presentations of swimwear which has not yet figured out what kind of dress should be worn on a woman to top!
All combined with anklets, tribal jewelry, ethnic, big multimetal necklaces, yellow gold, which brings us back to the 80s, amber, agate, amethyst and tiger’s eye!
The whole costume is very selective objectively physically, that goes, but the two pieces is not joking.
Nothing handles that resemble panic bars, no water retention, no signs of sunburn due to a costume with a different line, no matching custom-caftan that border the complaint if you want to be the Beach Fashion Addicted describing the newspaper newspaper fashion par excellence!

Personally the whole costume has a special charm, elegance than regal.
Led by the most famous women of all ages who have worn a swimsuit like never before had anyone with an unnatural elegance, making it forever!
Timeless.
Worn by a woman of any age (who can afford it), cavalcherete walkways that take you from your deck to the water of the beaches you will attend a different allure.
NEW.

Remember: whole is better